• Fecondazione
    Assistita
  • Tecniche
           di PMA
  •        Informazioni
    di coppia
  • Inseminazione
    Intrauterina

CRITERI D'ACCESSO ALLE TECNICHE DI PMA

Accedono al percorso diagnostico terapeutico coppie stabili, eterosessuali, in etā idonea ai processi riproduttivi che siano andati incontro ad insuccesso dopo 12 - 24 mesi di tentativi spontanei infruttuosi, in altre parole che riportino in anamnesi eventi patologici che impediscano o rendano significativamente improbabile un concepimento spontaneo. La coppia č invitata a sottoporsi ad accertamenti ematochimici, sierologici, radiologici ed ecografici secondo uno schema definito con precisione da linee guida nazionali.

Il soggetto maschile č inviato a consulenza andrologica ed esame spermiometrico: gli esiti di tali accertamenti preliminari possono porre indicazioni ad un approfondimento della situazione clinica con eventuali esami doppler-flussimetrici, ecografici, contrastografici, ormonali e bioptici che sono erogati in collaborazione con le U.O. d'Urologia, Radiologia, Patologia Clinica ecc., Presso l'Asl Cn.1.

II soggetto femminile č studiato con accertamenti clinici, ecografici, ormonali, batteriologici finalizzati a diagnosticare la possibile presenza di fattori di sterilitā. Il centro fornisce indicazioni complete per una tempestiva prenotazione ed esecuzione degli esami stessi. Le coppie che hanno portato a termine l'iter diagnostico, sono programmate per il trattamento terapeutico indicato.

CRITERI D'AMMISSIONE ALLE TECNICHE DI PMA

Sono ammesse alle tecniche di PMA tutte le coppie per le quali sia stata posta diagnosi di sterilitā, infertilitā o ipofertilitā maschile, femminile di coppia o idiopatica, in accordo a quanto indicato dalle linee guida cosi come da certificazione dello specialista ostetrico-ginecologo.